Notizie

  • Borse di studio per il VII Seminario di Studi Dottorali di “Storia ed economia nei paesi del Mediterraneo”
    È bandito un concorso per 10 borse di studio riservate a giovani studiosi e studiose per la frequenza al VII Seminario di studi dottorali di “Storia ed economia nei paesi del Mediterraneo”, dedicato quest’anno a “Le donne nelle monarchie europee. Paradigmi istituzionali, ruoli politici ed economici, modelli culturali (secoli XIII-XIX)”. Il seminario, organizzato dall’Istituto di Studi sul Mediterraneo (Cnr-ISMed), in collaborazione con l’Istituto di scienze del patrimonio culturale (Cnr-Ispc), l’Istituto di storia dell’Europa Mediterranea (Cnr-Isem) e altri enti di ricerca, nazionali e internazionali, si svolgerà dal 4 all’8 ottobre e le domande di partecipazione devono essere inviate entro il 15 luglio 2021.
  • ISEMinari: “Quando Milano divenne asburgica. Esplorare e interpretare un mondo di carte e di memorie negli archivi storici di Milano”, 17 giugno
    Giovedì 17 giugno, alle ore 17:30, nell’ambito del ciclo ISEMinari, si terrà l’incontro intitolato Quando Milano divenne asburgica. Esplorare e interpretare un mondo di carte e di memorie negli archivi storici di Milano, organizzato dall’Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea e dalla Escuela Española de Historia y Arqueología en Roma (CSIC). Giovanni Liva – già archivista dell’Archivio di Stato di Milano – e Michele Rabà (ISEM-CNR) interverranno sulla rilevanza dell’organizzazione dei fondi archivistici, nonché delle pratiche quotidiane che li rendono fruibili, nei percorsi seguiti dalla ricerca storiografica su Milano al tempo degli Austrias. Percorsi che saranno interpretati alla luce delle sinergie tra le competenze, gli interrogativi e le ipotesi dell’archivista e dello storico.
  • Monarchia e libertà. La destra femminile italiana e le donne liberali alla prova del 2 giugno. Un contributo di Domenica La Banca al progetto di ricerca “2 giugno: nascita, storia e memorie della Repubblica”
    In un quadro storiografico piuttosto lacunoso, il contributo di Domenica La Banca, ricercatrice dell’Isem, è teso a riflettere e indagare le ragioni delle donne che il 2 giugno 1946 scelsero di votare per la monarchia al referendum istituzionale e gli spazi associativi, nello specifico l’Ande – Associazione Nazionale Donne Elettrici, in cui si impegnarono anche a seguito dell’esito referendario. Il punto di partenza è il seguente: la tesi della paura del “salto nel buio”, avanzata per spiegare le ragioni della scelta monarchica delle donne italiane, pare troppo semplicistica e abusata; ciò nell’evidente constatazione che molte delle donne che maturarono questa scelta lo fecero con ragione e convinzione. Lo mostrano, ad esempio, le biografie e le memorie di alcune delle protagoniste e le testimonianze orali delle donne che votarono al referendum istituzionale. Da quanto fin qui ricostruito, si fa strada la convinzione che questo filone di ricerca, come pure quello di più lungo periodo relativo alla storia dell’Ande, molto ancora possano dire dell’Italia repubblicana.
  • Incontro con l’autore: Jaime J. Martínez Martín, “Siglo de Oro en las selvas de Erifile” – 9 giugno, ore 17.00
    Alcuni anni fa diverse università spagnole hanno firmato un accordo di collaborazione grazie al quale è stato possibile dar vita alla collana di Clásicos Hispanoamericanos diretta da Antonio Lorente Medina (UNED), che ha già all’attivo un importante numero di volumi che raccolgono opere come El resplandor di Mauricio Magdaleno, Los raros y Prosas Profanas y otros poemas di Rubén Darío, Clemencia y El Zarco di Ignacio Manuel Altamirano e altri. In questa cornice s’inserisce anche la recente edizione del Siglo de Oro en las selvas de Erifile di Bernardo de Balbuena (Madrid, 1608), a cura di Jaime J. Martínez Martín (UNED).
  • ISEMinari: “Comunità, colonizzazioni, migrazioni. Recenti studi sulle città di fondazione”, 7 giugno
    Lunedì 7 giugno dalle ore 16.00, nell’ambito del ciclo «ISEMinari», Roberto Rossi (Università di Salerno) e Giovanni Farese (Università Europea di Roma) presenteranno da remoto, […]
  • ISEMinari: “Art, Culture and Trade as Evidence of Bonds Between East and West: 11th to 21st century”, 28-29 maggio
    Nei giorni 28 e 29 maggio, a partire dalle ore 10.00, si terrà da remoto il Convegno Internazionale di Studi Art, Culture and Trade as Evidence of Bonds Between East and West: 11th to 21st century, organizzato dall’ISEM-CNR e dalla Academy of Scientific Research and Technology of Egypt (ASRT) – in collaborazione con la Philipps-Universität Marburg ed il Corso di Dottorato in Storia, Beni Culturali e Studi Internazionali dell’Università degli Studi di Cagliari –, e coordinato da Luciano Gallinari, Ali Ahmed El-Sayed, Heba Abdelnaby e Albrecht Fuess. L’appuntamento è il secondo webinar realizzato nell’ambito del progetto bilaterale promosso dall’ISEM-CNR e dalla ASRT, intitolato Intercultural relations between East and West: 11th to 21st century, sotto la direzione scientifica di Ali Ahmed El Sayed e Luciano Gallinari.
  • “La Sardegna nella Divina Commedia”, 21 maggio, con Giovanni Serreli
    Nell’ambito del Ciclo di iniziative degli Amici del Romanico, il prossimo venerdì 21 maggio alle ore 17.00 il prof. Fabio Pinna (Università degli Studi di Cagliari) e il dott. Giovanni Serreli (CNR-ISEM) parleranno de “La Sardegna nella Divina Commedia”. La Sardegna è citata molte volte da Dante Alighieri nei versi della sua Comoedia Divina, nonostante la sua apparente perifericità rispetto alle vicende della penisola italiana. Ciò ci fa comprendere l’importanza geopolitica nel panorama euro mediterraneo delle realtà statuali che in quei decenni insistevano nei territori dell’Isola. Attraverso i personaggi immortalati dal Sommo Poeta, protagonisti delle vicende sarde e non solo, e attraverso i monumenti di quell’epoca giunti fino a noi, i relatori ripercorreranno le vicende delle realtà statuali sarde tra la fine del Duecento e gli inizi del Trecento, per scoprire che queste ebbero un ruolo centrale nello scacchiere geopolitico e nelle rotte commerciali e culturali del Mediterraneo di allora.
  • Società Italiana Castelli, il 14 maggio evento con Giovanni Serreli
    Nell’ambito del Ciclo di Conferenze della Società Italiana Castelli, il prossimo venerdì 14 maggio alle ore 18,00 il dott. Giovanni Serreli (CNR-ISEM) parlerà “De las provissiones que son neçessarias para la deffensa d’este Reino. La pianificazione della difesa del Regno di Sardegna nel Cinquecento”. Si parlerà del vasto programma di riforma che Filippo II attuò nel Regno di Sardegna, come negli altri Stati della vasta Monarchia ispanica, a partire dal 1556. In particolare l’attenzione sarà concentrata sulle relazioni e sugli studi preliminari all’avvio della costruzione del sistema difensivo litoraneo di torri costiere del Regno sardo e dell’Istituzione della Reale Amministrazione delle Torri.
  • Idamaria Fusco al Polish-Moldovan-Romanian International Scientific Congress 2021
    Il 14 maggio Idamaria Fusco parteciperà al Polish-Moldovan-Romanian International Scientific Congress “Education, Politics and Society” con una relazione dal titolo: “Pandemie e governo dell’emergenza tra passato e presente”
  • Presentazione numero speciale del ‘Journal of European Economic History’, a cura di Gaetano Sabatini
    Per festeggiare il 50 ° anno di pubblicazione di “The Journal of European Economic History” è stato realizzato un fascicolo speciale dedicato all’Africa, un’area geografica finora toccata solo marginalmente dalla rivista. In particolare, il fascicolo è dedicato alle relazioni tra Italia e Africa nel periodo coloniale e postcoloniale. È risaputo che la presenza coloniale italiana in Africa presenti delle peculiarità, non solo per la sua breve durata (appena mezzo secolo) ma anche per la sua focalizzazione geografica, che non coincise necessariamente con le aree in cui le comunità italiane erano storicamente più radicate. La presenza coloniale, infatti, raggiunse il Nord Africa solo in una seconda fase, con l’occupazione della Libia nel 1911, mentre il Corno d’Africa è stata il teatro della prima espansione, alla fine del diciannovesimo secolo, e anche dell’estrema propaggine coloniale italiana, alla vigilia della Seconda guerra mondiale, con la conquista dell’Etiopia a metà degli anni ’30. Il fascicolo, curato da Gaetano Sabatini (Università Roma Tre, ISEM-CNR) e da Donatella Strangio (Sapienza, Università di Roma), raccoglie 9 saggi per complessivi 14 autori.
  • L’Istituto presenta ISEMinari. Primo incontro il 13 maggio
    A partire dal 13 maggio 2021 l’Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea propone un nuovo luogo di incontro tra saperi e prospettive interpretative sullo spazio euro-mediterraneo, considerato in una dimensione globale e intrinsecamente policentrica, attraverso l’iniziativa ISEMinari: un ciclo di appuntamenti organizzati in collaborazione con prestigiosi centri di ricerca nazionali ed internazionali e finalizzato a restituire la complessità dell’attuale panorama di studi sulle società mediterranee. Oggi più che in passato la rilevanza scientifica e sociale di tali studi poggia sulle sinergie tra molteplici soggetti produttori e disseminatori di conoscenza: gli specialisti della ricerca in ambiti disciplinari, geografici e temporali diversi, il mondo della scuola ed i conservatori di beni culturali, a partire dai grandi patrimoni artistici, architettonici e documentari. Anche favorendo il confronto tra ‘scuole’ e tradizioni storiografiche, il ciclo ISEMinari interpreta dunque l’urgenza, oggi profondamente condivisa dalla società civile, di collocare i risultati più aggiornati della ricerca nelle scienze umane entro una definizione ragionata, articolata e inclusiva di cultura euro-mediterranea.
  • Bibliografia Mediterranea – aprile 2021
    Ecco qualche proposta di lettura selezionata ad aprile; non soltanto saggi, ma anche un’autobiografia che è storia dell’Italia: Bibliografia Mediterranea vuole così ricordare Lidia Menapace. […]
  • Creando in pandemia – Creando en pandemia – Criando na pandemia
    Nell’ambito del progetto Letteratura e arte: risorse contro l’isolamento e l’esclusione al tempo del Covid-19, giovedì 6 maggio, a partire dalle ore 17.00, si terrà […]
  • La Casa editrice Pacini pubblica un’intervista ad Alessandra Cioppi e Maria Elena Seu
    La Casa editrice Pacini pubblica un’intervista ad Alessandra Cioppi e Maria Elena Seu. L’Editore, nella rubrica dedicata al libro del mese, sceglie come più interessante […]
  • Gli ‘Studi di musica’ nella Venetia di Francesco Sansovino (1581). Collezionare suoni a Venezia nel Cinquecento
    Il 29 aprile alle ore 16:30, per il ciclo di seminari sulla cultura figurativa del lungo Rinascimento veneziano, a cura di Valentina Sapienza per il […]