Un ringraziamento e un arrivederci a Maria Giuseppina Meloni

Care colleghe e cari colleghi,
interpretando un sentimento comune a tutto il personale dell’Istituto, desidero rivolgere il mio più caloroso saluto alla Collega Maria Giuseppina Meloni che lascia oggi i ruoli attivi del personale del CNR.

Laureata in Lettere e diplomata in Archivistica, paleografia e diplomatica, Maria Giuseppina Meloni ha svolto una più che trentennale attività di studio e di ricerca prima presso l’Istituto sui Rapporti Italo-Iberici (1984-2001) e quindi presso l’Istituto di Storia dell’Europa mediterranea (2001-2020) di Cagliari.

La sua ricerca si è concentrata nell’ambito della storia medioevale e in particolare sugli aspetti politici, sociali e culturali dell’espansione mediterranea della Corona d’Aragona nei secoli XIV e XV, con specifica attenzione alla Sardegna e alla Corsica. In questo contesto di studi, ha effettuato numerosi soggiorni di ricerca in archivi e biblioteche in Spagna, in particolare presso l’Archivo de la Corona de Aragón di Barcellona.
Della sua produzione scientifica – assai articolata e molto apprezzata – desidero solo ricordare, tra i lavori più recenti, la monografia “Il santuario della Madonna di Bonaria. Origini e diffusione di un culto” (Roma, Viella, 2011, Collana “Chiese d’Italia”, 6), la cura de “Il monachesimo femminile nel Mezzogiorno peninsulare e insulare, XI-XVI secolo” (con G. Colesanti, P. Sardina, S. Paone, Cagliari, ISEM, 2018) nonché lo splendido volume dedicato alla Sardegna nella Collana “Santuari d’Italia” (Roma De Luca ed., 2019).

Ma oltre che per la sua attività di ricerca, Maria Giuseppina Meloni è sempre stata conosciuta per la sua rara signorilità e pacatezza, per il suo consiglio misurato e ponderato, per la sua presenza rasserenante, tratti sempre molto apprezzati da colleghi e collaboratori e che saranno ora particolarmente rimpianti da me, Direttore dell’Istituto all’inizio del suo mandato, che certamente avrebbe avuto in lei un aiuto e una guida preziosi.

Tuttavia, la presenza di numerosi progetti ancora in corso insieme con i ricercatori dell’ISEM, mi fa ben sperare che la Collega Meloni voglia continuare a frequentare l’Istituto e a restare associata alle sue attività, ed è dunque con questo spirito che il saluto che le rivolgo, unitamente al ringraziamento per la sua attività, è un arrivederci a presto!

Gaetano Sabatini