CNR
mail
IT | EN
   Facebook_ISEM  Twitter_ISEM  Linkedin_ISEM
*

News

*

News recenti

Un nuovo volume della Collana ISEM “Europa e Mediterraneo. Storia e immagini di una comunità internazionale”.
Donne e lavoro: attività, ruoli e complementarietà (secc. XIV- XIX). A cura di Paola Avallone e Gemma Teresa Colesanti, è la pubblicazione numero 42 della Collana ISEM e la ventiquatresima nella sua versione online.

Per visionare i volumi della Collana clicca qui.

Il sample.


---------------------------------------------------------------------------------

Presentazione del volume di Salvatore Bono Guerre corsare nel Mediterraneo. Una storia di incursioni, arrembaggi, razzie.
Il 16 gennaio 2020, a partire dalle ore 11:30, presso la sede dell’Istituto Storico Italiano per l’età Moderna e Contemporanea - Palazzo Antici Mattei di Giove, Via Michelangelo Caetani 32, Roma - si terrà la presentazione del nuovo volume di Salvatore Bono: Guerre corsare nel Mediterraneo. Una storia di incursioni, arrembaggi, razzie, edito da Il Mulino. L’evento è organizzato nell’ambito del progetto Cnr-Isem “Migrazioni & Mediterraneo. L’osservatorio Sardegna” con il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Il volume si ambienta nelle acque e lungo le coste del Mediterraneo, soprattutto fra la sponda cristiana e quella musulmana, dal Cinque al Settecento dove imperversavano i corsari: non pirati né predoni, ma guerriglieri del mare che agivano con patenti statali. Erano in gran parte maghrebini insediati ad Algeri, Tunisi e Tripoli, ma anche l’impero ottomano aveva i suoi corsari. Le città da cui muovevano, le navi con cui operavano, le regole, le pratiche, i rituali, come veniva spartito il bottino, come era organizzato il commercio delle prede e degli schiavi: il libro descrive gli usi della guerra corsara e ne ripercorre le vicende principali, con uno sguardo alla poco conosciuta attività dei corsari europei (italiani, francesi, maltesi, spagnoli) contro gli stessi europei. Alessandra Cioppi, direttore dell’Istituto di Storia dell’Europa mediterranea del Consiglio Nazionale delle Ricerche, aprirà i lavori durante i quali interverranno Valentina Favarò, dell’Università degli Studi di Palermo e Marcello Verga, dell’Università degli Studi di Firenze. Al termine della presentazione si terrà una tavola rotonda con l’autore.
Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Centro de Estudios Literarios Iberoamericanos Mario Benedetti (CeMaB) dell’Università di Alicante: presentazione del volume Giuseppe Bellini tra Mediterraneo e Atlantico. «En músicos callados contrapuntos», a cura di Patrizia Spinato B. (Roma, Bulzoni, 2018).
Martedì 26 novembre alle ore 12.00, presso la biblioteca del Centro de Estudios Literarios Iberoamericanos Mario Benedetti (CeMaB) dell’Università di Alicante (Spagna), si terrà la presentazione del volume Giuseppe Bellini tra Mediterraneo e Atlantico. «En músicos callados contrapuntos», a cura di Patrizia Spinato B. (Roma, Bulzoni, 2018). I contenuti della ricca miscellanea di saggi – dedicati da colleghi e allievi a tracciare un profilo umano e scientifico di Giuseppe Bellini, pioniere degli studi di letteratura ispano-americana in Europa – saranno discussi da José Carlos Rovira (Università di Alicante) e dalla curatrice Patrizia Spinato B., Responsabile della Sede ISEM di Milano.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Roma, Sede centrale del C.N.R.: presentazione del volume Giuseppe Bellini tra Mediterraneo e Atlantico. «En músicos callados contrapuntos», a cura di Patrizia Spinato B. (Roma, Bulzoni, 2018).
Mercoledì 20 novembre alle ore 12.30, presso la Biblioteca Guglielmo Marconi della Sede centrale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Roma, Piazzale Aldo Moro, 7), si terrà la presentazione del volume Giuseppe Bellini tra Mediterraneo e Atlantico. «En músicos callados contrapuntos», a cura di Patrizia Spinato B. (Roma, Bulzoni, 2018).
Apriranno l’evento i saluti di Gilberto Corbellini (Direttore del Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale del C.N.R.) e di Alessandra Cioppi (Direttrice del C.N.R.-I.S.E.M.). A seguire, gli interventi di Marcello Verga (Università di Firenze) e di Chiara Bolognese (Università di Roma, “La Sapienza”) – moderati da Patrizia Spinato B. – discuteranno i contenuti della ricca miscellanea di saggi dedicati da colleghi e allievi per tracciare un profilo umano e scientifico di Giuseppe Bellini, pioniere degli studi di letteratura ispano-americana in Europa. Coordinati da Patrizia Spinato B. (Responsabile della Sede I.S.E.M. di Milano), interverranno alla Tavola rotonda finale alcuni fra i numerosi autori del panorama critico internazionale che hanno collaborato al volume.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Presentazione del volume Giuseppe Bellini tra Mediterraneo e Atlantico. «En músicos callados contrapuntos», a cura di Patrizia Spinato B. (Roma, Bulzoni, 2018)
Lunedì 11 novembre alle ore 11.00, presso la Biblioteca del CNR-ISEM di Milano (piazza Sant’Alessandro, 1), si terrà la presentazione del volume intitolato Giuseppe Bellini tra Mediterraneo e Atlantico. «En músicos callados contrapuntos», a cura di Patrizia Spinato B. (Roma, Bulzoni, 2018), una ricca miscellanea di studi dedicati da colleghi e allievi a tracciare un profilo umano e scientifico del pioniere degli studi di letteratura ispano-americana in Europa. Saranno presenti all’evento alcuni fra i numerosi autori del panorama critico internazionale che hanno contribuito al volume, tra i quali per il CNR Alessandra Cioppi, Emilia del Giudice, Michele Rabà e Patrizia Spinato.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Invito alla scoperta dei fondi bibliografici e dei prodotti editoriali della Sede ISEM di Milano
In occasione di Bookcity 2019, dall’11 al 15 novembre, dalle ore 11.00 e sino alle 17.30, il CNR-ISEM invita il pubblico alla scoperta dei fondi bibliografici e dei prodotti editoriali della Sede di Milano (piazza Sant’Alessandro, 1), aprendo le porte della biblioteca specialistica che attualmente costituisce un unicum nel panorama italiano degli studi sulla letteratura iberica e iberoamericana. L’attività scientifica e di paziente raccolta dei più aggiornati e rari fra i testi italiani e stranieri – molti dei quali altrimenti introvabili, oggi, in Italia –, condotta da Giovanni Maria Bertini, prima, e soprattutto da Giuseppe Bellini, poi, ha messo a disposizione della Sede e del pubblico degli studiosi un patrimonio coerente di migliaia fra monografie, miscellanee, periodici ed estratti, segno tangibile di un contributo alla disciplina che è anche un capitolo imprescindibile della storia dei rapporti culturali tra il Nuovo Mondo e l’Europa.
Notevole è stata, nel corso della storia del Centro di ricerca milanese, l’attività editoriale patrocinata dal Consiglio Nazionale delle Ricerche nell’ambito della letteratura e della cultura iberofone di area mediterranea e atlantica. A disposizione del pubblico saranno pertanto le collane e le riviste pubblicate a cura dei ricercatori e degli associati del CNR-ISEM, già CNR-CSAE, sezione di Milano.
Gli interessati potranno ritirare, in omaggio, alcune tra le principali pubblicazioni edite dal centro di ricerca.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Il 13 giugno, l’ISEM, in collaborazione con l’Università Sapienza di Roma, Dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte e Spettacolo, organizza un Seminario su “Pellegrini e crociati tra Europa del nord e Mediterraneo.”, Aula A di Storia medievale, h.9.00-13.00
Il Mediterraneo è, da sempre, uno spazio di circolazione di uomini, di idee, di merci e di esperienze per i popoli così detti mediterranei, ma è stato un catalizzatore politico e culturale anche per popoli distanti, sviluppatisi in altri ambienti politici e culturali. In una recente conferenza sul Mediterraneo svoltasi all’ISEM a marzo di quest’anno nell’ambito del Convegno “A novant’anni dalla missione di Egidi a Simancas: storici italiani e archivi spagnoli” si è sottolineato proprio come il Mediterraneo sia tema che riguarda tutta l’Europa anche quella definita continentale perché attraverso i fiumi navigabili, i commerci, i pellegrinaggi e le questioni geopolitiche tutta l’Europa ha guardato a questa realtà complessa e multiforme. Il Seminario del 13 giugno intende mettere a fuoco una ulteriore presenza nel Mediterraneo poco o meno conosciuta: la presenza nel Mediterraneo, attraverso i pellegrinaggi e le crociate dei popoli del Nord. Apre i lavori un intervento di Antonio Musarra che introduce il tema della navigazione nel Mediterraneo, cui seguiranno interventi sul regno Normanno (Luigi Russo), sulla partecipazione norvegese alle crociate (Francesco D’Angelo), Sul ruolo dell’Ordine teutonico tra Europa del Nord e Mediterraneo. Chiuderà la mattinata un intervento di Carla Del Zotto sul pellegrinaggio nel mediterraneo dei popoli scandinavi. L’incontro è frutto della collaborazione di Francesco D’Angelo, borsista del “Torno Subito” progetto finanziato dalla Regione Lazio, con l’ISEM nelle sedi di Cagliari e di Roma. Il Seminario coniuga insieme interessi diversi e convergenti. La ricerca sulla presenza dei popoli del Nord nel Mediterraneo ha messo in luce ancora una volta, anche attraverso un ricco patrimonio di fonti, espressione di ambienti culturali differenti (fonti norvegesi, arabe, iberiche, fonti francesi ed italiane) la ricchezza e la complessità della realtà mediterranea. L’ISEM, che da anni lavora sulla storia e la cultura del Mediterraneo, ha da qualche tempo avviato, sotto la direzione di Luciano Gallinari, una collaborazione con l’Università di Alessandria d’Egitto che intende mettere a fuoco i rapporti conflittuali quali le crociate, ma anche quelli pacifici come i pellegrinaggi, i rapporti politici commerciali e culturali con la sponda sud del Mediterraneo.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Il 21 maggio a Roma presso la splendida Sala della storica Biblioteca Angelica si svolgerà la premiazione del Concorso Che storia! 2 riservato agli studenti degli istituti di istruzione superiore di II grado nell’ambito delle iniziative del Progetto Narrazioni di confine
Per il secondo anno l’Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea (ISEM), l’Accademia dell’Arcadia e l’Istituto storico italiano per la storia moderna e contemporanea, nell’ambito del Progetto scientifico Narrazioni di confine, coordinato da Pietro Petteruti Pellegrini (Arcadia) e da Amedeo Feniello (ISEM) organizzano il Concorso Che storia! 2. Da tempo ormai si è consolidata una stretta collaborazione tra Consiglio Nazionale delle Ricerche e Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca per una stretta sinergia si iniziative per la scuola. L’ISEM ha da subito raccolto l’indicazione del proprio ENTE promuovendo alternanza scuola-lavoro, corsi di formazione e corsi di aggiornamento per docenti. Sinergia tra gli Enti e sinergia tra le istituzioni. L’ISEM, l’Arcadia e l’Istituto per la storia moderna e contemporanea hanno da tempo colto l’importanza della collaborazione siglando uno stretto accordo per porre in sinergia idee ed iniziative volte a promuore iniziative culturali destinate alla Scuola e non solo.
Alla premiazione del 21 interverranno: Rosanna Pettinelli, Custode generale dell’Accademia dell’Arcadia; Marcello Verga, Commissario governativo dell’Istituto storico italiano per la storia moderna e contemporanea; Anna Maria Oliva dell’Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea; Simonetta Bonito della Direzione generale per gli ordinamenti scolastici del MIUR e Paola Passarelli, Direttore della Direzione generale biblioteche ed istituti culturali del MIBAC. L’esperienza del Concorso di scrittura Che storia!, giunta al secondo anno, prosegue con crescente successo. Quest’anno hanno partecipato 121 squadre e si è ampliato il dialogo con gli insegnanti e con gli studenti interessati all’iniziativa . La qualità dei racconti pervenuti ha spinto quest’anno la Giuria ad assegnare due premi in più, sono infatti previsti ex equo due secondi e due terzi premi, oltre a sette racconti meritevoli di Menzione speciale. Anche quest’anno, poi, come l’anno scorso, i racconti meritevoli di premio o di menzione verranno raccolti nel secondo volume della Collana Tutta un’altra storia. Il primo volume della Collana, che raccoglie i racconti premiati e meritevoli del Concorso 2017-2018, è stato molto apprezzato.
http://www.osservatoreromano.va/it/news/quando-sognare-sono-i-libri.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Sedi territoriali

CALENDARIO

a Marie Sklodowska-Curie project: MedRoute

a Horizon 2020 project: ReIReS-Infrastrutture di ricerca sugli studi religiosi


Amministrazione Trasparente