CNR
mail
IT | EN
   Facebook_ISEM  Twitter_ISEM  Linkedin_ISEM
*

News

*

News recenti

Presentazione di due volumi presso la Biblioteca del Senato - Sala Atti Parlamentari
Il 24 gennaio 2019 si terrà a Roma presso la la Biblioteca del Senato - Sala Atti Parlamentari la presentazione dei Volumi:

- CLARISAS Y DOMINICAS. MODELOS DE IMPLANTACIÓN, FILIACIÓN, PROMOCIÓN Y DEVOCIÓN EN LA PENÍNSULA IBÉRICA, CERDEÑA, NÁPOLES Y SICILIA a cura di Gemma Colesanti, Blanca Garí, Nuria Jornet-Benito. Firenze University Press.

- IL MONACHESIMO FEMMINILE NEL MEZZOGIORNO PENINSULARE E INSULARE (XI-XVI SECOLO) Fondazioni, ordini, reti, committenza a cura di Gemma Colesanti, Maria Giuseppina Meloni, Stefania Paone, Patrizia Sardina Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea - Cagliari

Programma.

---------------------------------------------------------------------------------

ReIReS workshop, 10-11 gennaio 2019 a Roma
Workshop "The presence and the quality of the religious history in the school texts for the high school and in the most important texts of general history edited in the last three decades"
Programma.

---------------------------------------------------------------------------------

Progetto Migrazioni & Mediterraneo. L’Osservatorio Sardegna. Progetto ORTO. Convegno Gli horti nel tempo. “Coltura” e “cultura” degli orti nel segno delle civiltà e del cambiamento. Da Sassari un orto in ogni comune
Il Convegno, organizzato dall’Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea del Cnr e dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del Turismo, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università degli Studi “Alma Mater Studiorum” di Bologna, l’Istituto di Biometereologia del Cnr, il Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Cagliari e il patrocinio del Dipartimento di Scienze Umane e sociali del Cnr e del Comune di Sassari, avrà luogo i giorni 26 e 27 novembre 2018 dalle ore 9:30 alle 18:00 presso la Sala dell’Assessorato alle Politiche Culturali e Turismo del Comune di Sassari, in Largo Infermeria San Pietro. Durante l’incontro si ragionerà intorno a un piano di lavoro comune che mira a sviluppare la tematica dell’Orto, non solo nel suo aspetto puramente tecnico come “coltura” e pratica orticola, che vanta una tradizione secolare, ma anche come “cultura” dell’orto, in una sinergia di indagine, ricerca e innovazione scientifica fra scienze umane e sociali e bioagroalimentari. Ricerca che si articolerà su diverse aree tematiche e nella quale confluiranno sia l’interdisciplinarietà presente all’interno degli Istituti del Cnr, del Dsu e del Disba e la collaborazione dell’Università e dei soggetti esterni interessati. La “coltura” e la “cultura” dell’orto, antiche quanto l’uomo ma allo stesso tempo sempre attuali, possono rappresentare un esempio di efficace inserimento e integrazione dei migranti presenti nel nostro territorio e nelle nostre città, nonché un’occasione importante nel sistema d’accoglienza. L’arte di coltivare un Orto è ampiamente utilizzata in numerosi contesti urbani nazionali e internazionali e può costituire un circuito virtuoso come strategia educativa e di inserimento: permette di insegnare e tramandare un lavoro complesso, consente di avvicinare il singolo al gruppo e viceversa, stimolando la socializzazione e lo scambio di uno spazio e di un lavoro comune. Dopo i saluti istituzionali prenderanno la parola il direttore dell’Ufficio Dirigenziale Politiche migratorie e Progetti europei Fami del Mipaaft, Giovanni Piero Sanna, e il direttore dell’Isem Marcello Verga, ai quali seguiranno Alessandra Cioppi, Maria Elena Seu, Stefano Predieri con Edoardo Gatti e Giulia Maria Daniele (Cnr-Ibimet), Simonetta Bullita (Cnr-Ispaam), Grazia Maria Scarpa (UniSs), Giorgio Gianquinto (UniBo), Giovanni Bazzocchi (UniBo), Patrizia Preti (Presidente Ancescao-Bologna) e Giuseppe Zappalà (Slow Food Italia). Si approfondirà l’evoluzione del concetto di Orto, l’utilizzo degli orti dall’epoca medievale a quella contemporanea e si concluderà il Convegno con una seduta operativa volta all’organizzazione della pratica di un orto da attuare nella città di Sassari e di cui si vedrà la restituzione sotto il profilo scientifico e pratico nel mese di aprile del prossimo anno.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Scritti dalla Città Mondo (Focus #04 Perù) di Bookcity2018: Uno scrittore che vale un Perú: l’Inca Garcilaso de la Vega
Venerdì 16 novembre alle ore 18:00, presso il Museo delle Culture (MUDEC), nell’ambito della rassegna Scritti dalla Città Mondo (Focus #04 Perù) di Bookcity2018, si terrà la conferenza intitolata Uno scrittore che vale un Perú: l’Inca Garcilaso de la Vega: Patrizia Spinato, Emilia del Giudice e Michele Maria Rabà presenteranno il volume Tra Spagna e America. Cervantes e Garcilaso nel IV centenario (a cura di Patrizia Spinato e Giuseppe Bellini, Cagliari-Milano-Roma, CNR-ISEM, 2016). Figure emblematiche della costante e biunivoca comunicazione tra le due sponde dell’Atlantico, l’Inca Garcilaso e Miguel de Cervantes divengono testimoni ed interpreti di un tornante epocale, che schiude alla Spagna e all’America le porte della modernità. Custodi talora nostalgici e talora ironici del passato, i due grandi della letteratura ispanica del Secolo d’Oro sono già tuttavia protesi verso il futuro del dialogo tra i popoli, del libero arbitrio intellettuale nella scelta della propria identità culturale, della critica al potere e alle convenzioni sociali.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Presentazione del volume di Pablo Neruda Poésia política, a cura di Gabriele Morelli
Giovedì 8 novembre alle ore 11.00, presso la biblioteca del CNR-ISEM di Milano (Piazza Sant’Alessandro, 1), Gabriele Morelli – professore ordinario di Lingua e Letteratura spagnola presso l’Università di Bergamo – presenterà la sua recente edizione del volume di Pablo Neruda intitolato Poesía política (Prólogo di Jorge Edwards, Madrid, Ediciones Cátedra, 2018). La presentazione sarà a cura di Patrizia Spinato, responsabile della Sede CNR-ISEM di Milano. La partecipazione alla presentazione è libera, previa iscrizione all’indirizzo redazionecnr.milano@gmail.com

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Letteratura visiva e arte, tra Italia, Spagna e America latina, Seminario internazionale di Studi a cura di Patrizia Spinato B.
Mercoledì 7 novembre, alle ore 10:30, presso la biblioteca della Sede ISEM di Milano (Piazza Sant’Alessandro, 1) si terrà il Seminario internazionale di Studi intitolato Letteratura visiva e arte, tra Italia, Spagna e America latina, a cura di Patrizia Spinato B. Introdotte dai saluti di Marisela Morales, Console del Messico a Milano, e di Marcello Verga, Direttore del CNR-ISEM, e moderate rispettivamente da Patrizia Spinato B., responsabile della Sede ISEM di Milano, e da Romeo Traversa, le due sessioni tematiche ripercorreranno le rifrazioni e i reciproci stimoli che alimentano l’intima relazione tra creazione letteraria e realizzazione visiva nel panorama culturale italiano, spagnolo e latino-americano contemporaneo, attraverso gli interventi di Angélica Gatica Garza («Puertas a la luz. Variaciones geométricas»), Florencia Martínez («Ricucire il mondo»), Luisa Pomar («Qualcosa che sta dietro le cose»), Romeo Traversa («L’esplosione dell’avanguardia»), Cristina Fiallega («Proyecciones de identidad, iconografía y literalidad de la imagen guadalupana en nuestros días»), Rinaldo Psaro («Dall’indagine sulla natura dei colori dei codici pre-colombiani – Codex Cospi – al mistero svelato del blu Maya») e Paola Cicuta («La cocciniglia: dall’America latina all’Europa»).

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Puertas a la luz. Variaciones geométricas, esposizione pittorica di Angélica Gatica alla Sede ISEM di Milano
Il 25 ottobre 2018 alle ore 17:00, presso la biblioteca della Sede milanese del CNR-ISEM, si terrà l’inaugurazione dell’esposizione pittorica dell’artista messicana Angélica Gatica Garza, intitolata Puertas a la luz. Variaciones geométricas. Le dodici opere presentate nella vernice – la quarta personale della pittrice – sono il risultato della vocazione di Gatica, della sua poetica e della sua sensibilità estetica, all’esplorazione del sottile legame che unisce matematica e pittura, metafora delle rifrazioni tra emozione e pensiero: dodici problemi geometrici si risolvono in altrettante variazioni, che articolano un universo emotivo sul filo di una linea nata dal vuoto della tela per esplorare lo spazio, per generare una profondità senza prospettiva, per comunicare con lo spettatore attraverso un linguaggio visuale chiaro e complesso. La mostra rimarrà aperta al pubblico sino al 9 di novembre negli spazi della biblioteca, previa prenotazione.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Un nuovo volume della Collana ISEM “Europa e Mediterraneo. Storia e immagini di una comunità internazionale”.
Il monachesimo femminile nel Mezzogiorno peninsulare e insulare (XI-XVI secolo): fondazioni, ordini, reti, committenza, a cura di Gemma Colesanti, Maria Giuseppina Meloni, Stefania Paone, Patrizia Sardina, è la pubblicazione numero 41 della Collana ISEM e la ventitresima nella sua versione online.

Per visionare i volumi della Collana clicca qui.

Il sample.


---------------------------------------------------------------------------------

Tavola rotonda a Vicenza sulle identità regionali
Incontro in seno al progetto E pluribus unum. Il profilo identitario sardo dal Medioevo alla Contemporaneità.
Articolo.

---------------------------------------------------------------------------------

Progetto di Telelavoro attivo presso il ISEM-CNR
Scheda identificativa del progetto di Telelavoro presso l'ISEM-CNR.

---------------------------------------------------------------------------------

Ester Martí Sentañes dell’ISEM-CNR ha vinto il primo premio del concorso letterario Ciéncia-me un cuento, un contest di divulgazione scientifica rivolto ai ragazzi patrocinato dalla Sociedad de Científicos Españoles en el Reino Unido e dalla Fundacion Lilly.
La dott.ssa Ester Martí Sentañes dell’Istituto di Storia dell’Europa mediterranea del CNR ha vinto il primo premio del concorso letterario Ciéncia-me un cuento, in spagnolo, grazie al racconto María y el códice perdido. Quest’iniziativa, promossa dalla sezione North West della Sociedad de Científicos Españoles en el Reino Unido (SRUK/CERU), è un concorso di racconti scientifici patrocinato dalla Fundación Lilly. L’iniziativa ha l’obiettivo di promuovere la scrittura come mezzo di divulgazione scientifica per i bambini e ragazzi fino ai 12 anni. Attraverso di essa li si vuole avvicinare alla scienza utilizzando le favole, incentivando l’immaginazione non soltanto con storie di draghi e belle principesse, ma attraverso intrepidi esperimenti e incredibili scoperte. In questo modo si intende suscitare la curiosità dei più giovani e risvegliare il loro pensiero scientifico. La premiazione avrà luogo il 6 ottobre nell’Instituto Cervantes di Manchester e il racconto premiato sarà pubblicato nella rivista di divulgazione scientifica Principia.

Graduatoria


---------------------------------------------------------------------------------

Bando assegno di ricerca ReIRes
Il bando ISEM-001-2018-CA-Prot 0054782 ha scadenza il 10 settembre 2018

URP-CNR

MIUR



---------------------------------------------------------------------------------

Progetto Isem-Cnr su ANSA: Orti come risorsa
Articolo ANSA.IT


---------------------------------------------------------------------------------

Un nuovo volume della Collana ISEM “Europa e Mediterraneo. Storia e immagini di una comunità internazionale” è stato pubblicato
Il Mediterraneo di Cervantes: 1571-1616, a cura di Michele Maria Rabà, è la pubblicazione numero 40 della Collana ISEM e la ventiduesima nella sua versione online.

Per visionare i volumi della Collana clicca qui.

Il sample.


---------------------------------------------------------------------------------

Progetto Migrazioni & Mediterraneo. L'Osservatorio Sardegna “Le buone pratiche del sistema di accoglienza. Casi studio” Decima Giornata, Co-progettare l'Accoglienza con il territorio. La mediazione linguistico-culturale come dispositivo funzionale per la comunicazione e l’integrazione
L’8 giugno, a partire dalle ore 9:00, presso la sede dell’Istituto, si terrà la decima e ultima giornata del Corso di Formazione “Le buone pratiche del sistema di accoglienza. Casi studio” e affronterà il tema “Co-progettare l’Accoglienza con il territorio. La mediazione linguistico-culturale come dispositivo funzionale per la comunicazione e l’integrazione”.
In questa giornata si raccoglieranno le suggestioni sollevate durante l’intero percorso formativo e si rifletterà sull’importanza nel Sistema dell’Accoglienza della co-progettazione con il territorio, approccio fondamentale per l’ottenimento dei risultati più concreti nel processo d’integrazione dei migranti di paesi terzi, richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale. A tale riguardo Daniela Di Capua parlerà dell’accoglienza integrata nei progetti SPRAR come limite e risorsa per il territorio, mentre Maria Adele Mimmi e Annalisa Faccini (Comune di Bologna) tratteranno delle scelte dell’ente locale in fatto di governance e co-progettazione del Sistema di Accoglienza e della possibilità di realizzare servizi trasversali per un’accoglienza integrata nell’ambito della collaborazione con i servizi sociali del territorio. Si unisce al tema della co-progettazione quello della mediazione linguistico-culturale, tramite indispensabile fra il beneficiario e il territorio. Ne parleranno Luisa Bianco (UNHCR) e Mette Rudvin (UniBo) alle quali faranno seguito le esperienze degli operatori del Sistema dell’Accoglienza (Coop. Arca di Noè, Coop. Camelot, Ass. MondoDonna, Sportelli Stemi-Aspal), affiancati dai loro mediatori linguistico-culturali. Si affronterà il tema dell’importanza della mediazione linguistico culturale in alcuni ambiti specifici: come dispositivo funzionale durante le diverse fasi della richiesta d’asilo; in ambito giudiziario; nei casi di vulnerabilità e/o nei percorsi delle donne migranti vittime di violenze e di tratta. Infine, si parlerà delle sfide quotidiane degli operatori e dei mediatori linguistico-culturali nei processi di integrazione socio-lavorativa e delle difficoltà in ambito scolastico e sanitario.
Relatori della giornata: Daniela di Capua, (SPRAR Roma), Maria Adele Mimmi, (Area Benessere Comunità di Bologna); Annalisa Faccini, (Servizio di Protezioni internazionali ASP-Bologna); Mette Rudvin, (Università di Bologna); Luisa Bianco (UNHCR-Roma); Manuela Alletto, (Coop. Arca di Noè); Fabian Akilo, (mediatore culturale); Letizia Zanini, (Coop. Camelot); Francesca Primi, (Ass. MondoDonna); Victoria Ozioma Soba, (mediatrice culturale); Samantha Pinna, (STEMI Sud Sardegna) con Ihab Rizk Soliman e Elena Mandis, (mediatori culturali).

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Venerdì 8 giugno, presso la libreria Feltrinelli di via Manzoni 12 a Milano, lo scrittore messicano Homero Aridjis presenterà la sua raccolta poetica Del cielo e le sue meraviglie, della terra e le sue miserie
Venerdì 8 giugno alle ore 18.00, presso la libreria Feltrinelli di via Manzoni 12 a Milano, lo scrittore messicano Homero Aridjis presenterà la sua raccolta di versi Del cielo e le sue meraviglie, della terra e le sue miserie, l’ultima tradotta in italiano, a cura di Valerio Nardone per Passigli Editore. Aridjis sintetizza nella sua opera tutta una serie di miti e culture apparentemente distanti e contrastanti; nelle sue pagine pulsa sempre però una storia viva, nella quale anche la cronaca, spesso violenta, si apre a risvolti metafisici, in un continuo dispiegamento di forze tra il bene e il male. Ne risulta un universo poetico e narrativo complesso e affascinante, un immenso crogiolo di immagini ai quali il poeta attinge, di volta in volta, per rappresentare meraviglie e miserie del nostro mondo. In questo quadro, Del cielo e le sue meraviglie, della terra e le sue miserie si presenta come una vera e propria summa della sua scrittura: tutti gli elementi paiono confluirvi in un grande affresco universale, alla ricerca di quel punto di unione e di comunione che costituisce l’humus militante non solo dell’opera, ma della sua stessa vita. L’incontro, patrocinato dal Consolato del Messico a Milano, sarà introdotto e coordinato da Patrizia Spinato, Responsabile della sede C.N.R.-I.S.E.M. di Milano.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Continua la collaborazione tra l’ISEM e l’ufficio scolastico della regione Sardegna per promuovere tra gli studenti il racconto del Mediterraneo
Il prossimo 4 giugno, nell’Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea di Cagliari, verranno premiati le studentesse e gli studenti che hanno partecipato al II Concorso Alberto Boscolo. Raccontare il Mediterraneo concorso regionale sul tema “Raccontare il Mediterraneo: storia, cultura e società”, rivolto agli alunni e alle alunne delle scuole secondarie di I grado della Sardegna. Il Premio è intitolato al prof. Alberto Boscolo, grande studioso del Mediterraneo e fondatore dell’ISEM. Il Mediterraneo è fatto di tante storie e di tante culture, che si sono incontrate e continuano ad incontrarsi in questo spazio liquido. È un ambiente fisico, ma anche uno spazio culturale, nel quale sono nate, cresciute e si sono sviluppate tante civiltà. Riflettere e ripensare alla storia del Mediterraneo è l’occasione, per ragazzi e ragazze, di conoscere le proprie radici culturali e identitarie e ripensare all’incontro con l’Altro in un arco storico che va dal Medioevo all’Età contemporanea.
Il 4 giugno dalle 11.00 in poi la sede dell’ISEM verrà animata da circa cinquanta ragazze e ragazzi dell’Istituto comprensivo di Tonara e dell’Istituto Comprensivo di Olmedo che riceveranno i loro premi offerti da alcune istituzioni che hanno collaborato alla realizzazione di questa iniziativa: una targa alla classe, libri ai singoli vincitori e vincitrici, e libri alle scuole.
Sede : Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea, via G.B. Tuveri, 128 – Cagliari Tel. 070/403635; 070/403670

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Progetto Migrazioni & Mediterraneo. L'Osservatorio Sardegna. Convegno “L’orto, alimento dell’anima e del corpo. Dall’ortus monasticus agli orti contemporanei”.
L’evento, organizzato dall’Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea (Isem) del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (Mipaaf), in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Umane e Sociali (Dsu), il Dipartimento di Scienze Bio-Agroalimentari (Disba) e il patrocinio dell’Istituto Storico italiano per l’Età Moderna e Contemporanea e della Biblioteca Nazionale dell’Agricoltura, avrà luogo martedì 29 maggio 2018 dalle ore 9:00 alle 16:30 nella Sede del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Piazzale Aldo Moro 7, Roma, presso L’Aula Marconi. Il Convegno nasce all’interno della più ampia collaborazione che l’Isem intrattiene con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, grazie all’accordo sul Progetto in essere “Migrazioni & Mediterraneo. L’Osservatorio Sardegna e i suoi confini liquidi” di cui è responsabile scientifico Alessandra Cioppi (Isem). Durante l’incontro si ragionerà intorno ad un piano di lavoro comune che mira a sviluppare la tematica dell’Orto, non solo nel suo aspetto puramente tecnico come “coltura” e pratica orticola, che vanta una tradizione secolare, ma anche come “cultura” dell’orto, in una sinergia di indagine, ricerca e innovazione scientifica fra scienze umane e sociali e scienze bioagroalimentari. Ricerca che si articolerà su diverse aree tematiche e nella quale confluiranno sia l’interdisciplinarietà presente all’interno del CNR, sia la cooperazione con l’Università e i soggetti esterni interessati. La “coltura” e la “cultura” dell’orto, antiche quanto l’uomo ma allo stesso tempo sempre attuali, possono rappresentare un esempio di efficace inserimento e integrazione di migranti nel nostro territorio e nelle nostre città integrazione e un’occasione importante nel sistema della seconda accoglienza, perché una dinamica di tutti i tempi, e del nostro tempo, può essere trasformata in una risorsa. L’arte di coltivare un Orto è ampiamente utilizzata in numerosi contesti urbani nazionali e internazionali e può costituire un circuito virtuoso come strategia educativa e di inserimento perché permette di insegnare e tramandare un lavoro complesso, consente di avvicinare il singolo al gruppo e viceversa, stimolando la socializzazione e lo scambio di uno spazio e di un lavoro comune con la possibilità di produrre un laboratorio di ricerca sia per le scienze dure sia per quelle sociali. Dopo i saluti di Gilberto Corbellini, direttore del Dsu, Francesco Loreto, direttore del Disba, Giovanni Piero Sanna, direttore dell’Ufficio Dirigenziale Agret III del Mipaaf e Marcello Verga, direttore dell’Isem, seguiranno i lavori di Alessandra Cioppi (Isem), Maria Elena Seu (Isem), Giorgio Gianquinto (UniBo), Giovanni Bazzocchi (UniBo), Nicola Michelon (UniBo), Stefano Predieri (Ibimet), Maria Eugenia Cadeddu (Iliesi), Andrea Crescenzi (Isgi), Marco Accorinti (Irpps), Patrizia Preti (Pediatra-Bologna) e si ragionerà sull’evoluzione del concetto di Orto e sull’utilizzo degli orti dall’epoca medievale a quella contemporanea. Moderano la giornata Maria Eugenia Cadeddu, Stefano Predieri e Giovanni Bazzocchi

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Progetto Migrazioni & Mediterraneo. L'Osservatorio Sardegna. Corso di Formazione “Le buone pratiche del sistema di accoglienza. Casi studio” nona giornata: “Orientamento al mondo del lavoro per richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale”.
L’11 maggio si terrà la nona giornata del Corso di Formazione “Le buone pratiche del sistema di accoglienza. Casi studio”, organizzato dall’Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea (Isem) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e realizzato in collaborazione con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf). L’incontro si svolgerà, a partire dalle ore 9:00, presso la sede dell’Isem-Cnr, in via G.B. Tuveri 128 a Cagliari, nella Sala Alberto Boscolo, e affronterà il tema dell’“Orientamento al mondo del lavoro per richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale”. In questa nona e penultima giornata del Corso si affronterà una questione fondamentale nel sistema di accoglienza: l’orientamento al mondo del lavoro per i richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale e l’utilizzo di differenti strumenti e metodologie atti a facilitarne l’integrazione lavorativa. Si parlerà, quindi, dell’ingresso nel mondo del lavoro italiano; dei Servizi per il Lavoro nei Centri per l’impiego e dell’approccio personalizzato: dal bilancio delle competenze al tirocinio formativo. Ma si tratterà anche delle difficoltà e delle sfide quotidiane degli operatori per l’inserimento dei richiedenti asilo nel mondo del lavoro e della necessità e complessità di percorsi individualizzati. Si discuterà sull’integrazione socio-economica come strumento di empowerment e si analizzerà il rapporto con le aziende attraverso le esperienze positive e i progetti di collaborazione intrapresi con loro. Si tratterà della formazione, delle difficoltà, delle possibilità e dell’impegno che è necessario spendere per inserire nel mondo del lavoro le donne immigrate. Non da ultimo si ragionerà sulla sperimentazione di buone pratiche e di buoni progetti di integrazione lavorativa che hanno avuto un esito positivo come quello finanziato dalla Fondazione Banco di Sardegna “Costruire Ponti”. Parteciperanno ai lavori: Emanuela Figus, referente per l’Orientamento ASPAL della Regione Autonoma della Sardegna e Luana Desogus del CPI di Assemini; Gabriella Longu, presidente Associazione Studio L&P di Cagliari; Simona Musarra, Responsabile Ufficio Orientamento e Job placement e Giacomo Rossi, Responsabile Area Accoglienza, Coop. Arca di Noè; Emanuela Greco, Ufficio Orientamento e Job placement, Coop. Arca di Noè; Graziella Cani, Presidente Coop. Sociale Isar e Marta Putzolu, Operatrice per gli Inserimenti Lavorativi GUS - SPRAR “CapoTerra d’Accoglienza”.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Presentazione del volume “Storia mondiale dell'Italia” curato da Andrea Giardina
Si terrà il 3 maggio alle ore 17.00 presso la sede di Cagliari dell'ISEM.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Progetto Migrazioni & Mediterraneo. L'Osservatorio Sardegna. Corso di Formazione “Le buone pratiche del sistema di accoglienza. Casi studio” Ottava Giornata “L’insegnamento e l’apprendimento dell’italiano: strumenti e metodologie didattiche”
Il 13 aprile si terrà l’ottava giornata del Corso di Formazione “Le buone pratiche del sistema di accoglienza. Casi studio”, organizzato dall’Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea (Isem) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e realizzato in collaborazione con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf). L’incontro si svolgerà a partire dalle ore 9:00 presso la Sala Boscolo nella sede dell’Isem-Cnr, in via G.B. Tuveri 128 a Cagliari, e affronterà l’argomento “L’insegnamento e l’apprendimento dell’italiano: strumenti e metodologie didattiche”. Sono previsti i saluti di Marcello Verga, direttore dell’Isem, Giovanni Piero Sanna, direttore dell’Ufficio Dirigenziale Politiche migratorie e Progetti europei Fami del Mipaaf e di Alessandra Cioppi, responsabile del Progetto Migrazioni & Mediterraneo - L’Osservatorio Sardegna, all’interno del quale si sviluppa il Corso. Nella giornata si affronterà una questione fondamentale nel sistema di accoglienza: l’insegnamento della lingua italiana e l’utilizzo di differenti strumenti e metodologie didattiche atti a facilitarne l’apprendimento. Si parlerà di percorsi individualizzati per l’insegnamento dell’italiano L2 nell’ambito dei progetti di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati, nonché della progettazione di attività di integrazione “con” e “nel” territorio quale supporto all’apprendimento stesso della lingua italiana; dell’importanza della motivazione nella comprensione dell’italiano attraverso l’esperienza di alcune Scuole statali secondarie di Primo grado impegnate in tal senso e si tratterà delle metodologie utilizzate per l’insegnamento dell’italiano L2 ai minori e si affronterà anche il tema della formazione ed inclusione dei MSNA mediante l’utilizzo di tecnologie digitali, ragionando sulla sperimentazione di teorie e pratiche di ricerca nelle Scuole statali secondarie di secondo grado. Non da ultimo, un lavoro di gruppo guidato dai formatori, darà vita ad un confronto su problematiche, proposte, metodi e strumenti che un operatore e un insegnante di italiano possono utilizzare per stimolare l’apprendimento e la comprensione della lingua. Parteciperanno ai lavori: Maria Eugenia Cadeddu e Cristina Marras, dell’Istituto per il Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee del Cnr di Roma; Giovanni Fulantelli dell’Istituto delle Tecnologie Didattiche del Cnr di Palermo; Antonella Pesapane, insegnante della Scuola secondaria di Primo grado “G. Manno” dell’Istituto comprensivo “Satta-Spano-Manno-De Amicis” di Cagliari; Isacco Ricci e Angela Foresta, insegnanti della Scuola di italiano Di-Mò, Coop. Arca di Noè; Chiara Marconi, coordinatrice della Scuola di italiano Di-Mò, Coop. Arca di Noè e Giulia Bommaci dell’Ufficio Progettazione e Comunicazione della Cooperativa Arca di Noè.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Premio Boscolo: Raccontare il Mediterraneo: storia, cultura e società
Concorso regionale di scrittura creativa per le scuole secondarie di I grado anno scolastico 2017/2018, proroga scadenza 20 aprile 2018.

Proroga


---------------------------------------------------------------------------------

Narradoras de lo insólito y de lo inusual en el México contemporáneo, Carmen Alemany Bay, Cecilia Eudave e Cristina Fiallega al CNR-ISEM di Milano
Giovedì 12 aprile, alle ore 15.00, presso la biblioteca della Sede milanese del CNR-ISEM (Università di Milano, Piazza Sant’Alessandro, 1), si terrà il seminario internazionale di studi Narradoras de lo insólito y de lo inusual en el México contemporáneo, a cura di Patrizia Spinato e sotto il patrocinio del Consolato del Messico a Milano. Ai saluti istituzionali di Marcello Verga (Direttore del CNR-ISEM) e di Marisela Morales Ibáñez (Console del Messico a Milano) seguiranno gli interventi di: Carmen Alemany Bay (Università di Alicante) – autrice di numerosi studi sulla letteratura iberica e ispano-americana contemporanea, tra cui La narrativa de la alteridad en América Latina (a partir del boom) (Arcibel Editores, 2009) e Miguel Hernández, el desafío de la escritura. El proceso de creación de la poesía hernandiana (Visor Libros S.L, 2013) –, che prenderà in esame «La narrativa de lo inusual en escritoras mexicanas actuales»; Cecilia Eudave (Università di Guadalajara) – studiosa e scrittrice messicana, conosciuta a livello internazionale tanto per i saggi di critica letteraria scientifica, quanto per le sue opere in prosa, tra cui Bestiaria Vida (Ed. Ficticia, 2008) e Pesadillas al mediodía (Ed. Progreso, 2010) –, che discuterà su «Algunos aspectos de lo insólito en narradoras mexicanas recientes»; Cristina Fiallega (Università di Bologna) – specialista di narrativa e di teatro messicano, autrice di monografie quali “Pedro Paramo”: un pleito del alma (Bulzoni, 1989) e coordinatrice della Historia del teatro guadalupano a traves de sus textos (Universidad Veracruzana, 2012) – con una «Lectura analógica: la teoria cuántica del tiempo y su «presencia» en un relato de Elena Garro»; Patrizia Spinato, Responsabile della Sede CNR-ISEM di Milano, che intervisterà la scrittrice Cecilia Eudave – «Un encuentro insólito: Cecilia Eudave» – e coordinerà il dibattito finale. L’ingresso è libero, su prenotazione e fino ad esaurimento posti.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Premio Boscolo: Raccontare il Mediterraneo: storia, cultura e società
Concorso regionale di scrittura creativa per le scuole secondarie di I grado anno scolastico 2017/2018, scadenza 31 marzo 2018
Bando

---------------------------------------------------------------------------------

Tavola rotonda "Per una cittadinanza europea. La casa della Storia Europea (Bruxelles)". Roma 27 marzo 2018


Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Progetto Migrazioni & Mediterraneo. L'Osservatorio Sardegna Corso di Formazione: “Le buone pratiche del sistema di accoglienza. Casi studio”. Settima Giornata: “La tutela della salute dei richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale”
Il 16 marzo si terrà la settima giornata del Corso di Formazione “Le buone pratiche del sistema di accoglienza. Casi studio”, organizzato dall’Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea (Isem) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e realizzato in collaborazione con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf). L’incontro si svolgerà a partire dalle ore 9:00 presso la Sala Boscolo nella sede dell’Isem-Cnr, in via G.B. Tuveri 128 a Cagliari, e affronterà l’argomento “La tutela della salute dei richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale”. Sono previsti i saluti di Marcello Verga, direttore dell’Isem, Giovanni Piero Sanna, direttore dell’Ufficio Dirigenziale Politiche migratorie e Progetti europei Fami del Mipaaf e di Alessandra Cioppi, responsabile del Progetto Migrazioni & Mediterraneo - L’Osservatorio Sardegna, all’interno del quale si sviluppa il Corso. Nella giornata si affronteranno le problematiche dell’approccio tra operatore e beneficiario nell’ambito della tutela della salute. Si parlerà della normativa nazionale, del diritto alla salute dei richiedenti asilo tra emarginazione e isolamento e di alcuni esempi di differenti programmazioni regionali dei servizi. Si parlerà dei modelli e delle buone pratiche utili per lavorare in rete, tra pubblico e privato, e costruire nel migliore dei modi l'assistenza ai migranti forzati. Si farà un’analisi dei bisogni e dell’offerta negli ambulatori che si occupano di servizi ai richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale e si porrà l’accento sui casi di vulnerabilità e sull’emergere dei segni di disagio o sofferenza mentale. Un lavoro di gruppo, guidato dai formatori che faciliteranno le riflessioni dei partecipanti, darà vita ad un confronto su quali metodi e quali strumenti un operatore può e deve utilizzare per superare il più possibile le criticità, accogliere le vulnerabilità e adoperarsi per la tutela della salute dei richiedenti asilo. Interverranno: Maria Letizia Lorenzini della Direzione Regionale Salute e Politiche Sociali della Regione Lazio - Area Cure Primarie; Silvana Tilocca del Dipartimento di Prevenzione e del Servizio di Promozione della Salute della ASSL di Cagliari; Claudio Po’ del Dipartimento di Sanità Pubblica AUSL di Bologna, ex collaboratore della Regione Emilia Romagna; Antonio Spina, medico chirurgo - specialista in Dermatologia e medico di assistenza primaria del centro SAMIFO – Roma; Elisa Mencacci, Antropologa della Coop. Arca di Noè; Pietro Benedetti, Assistente Sociale professionale, Area Socio Sanitaria del Centro Astalli-Roma; Nicola Policicchio – Psicologo e Psicoterapeuta.

Programma


---------------------------------------------------------------------------------

Un nuovo volume della Collana ISEM “Europa e Mediterraneo. Storia e immagini di una comunità internazionale” è stato pubblicato
Teaching and Valuing the History of Sardinia. Reflexions, Experiences and Best Practices, a cura di Esther Martí Sentañes, è la pubblicazione numero 39 della Collana ISEM e la ventunesima nella sua versione online.

Per visionare i volumi della Collana clicca qui.

Il sample.


---------------------------------------------------------------------------------

Sedi territoriali

CALENDARIO

a Marie Sklodowska-Curie project: MedRoute

a Horizon 2020 project: ReIReS-Infrastrutture di ricerca sugli studi religiosi


Amministrazione Trasparente